Top

Il Brodetto: simbolo e ambasciatore di un territorio da scoprire

Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce a Fano / News  / Il Brodetto: simbolo e ambasciatore di un territorio da scoprire

Il Brodetto: simbolo e ambasciatore di un territorio da scoprire

Il brodetto fa parte della storia di Fano, quanto cultura, mura, chiese e antiche vestigia. La sua è una ricetta semplice e versatile che sarebbe potuta finire nel passato gastronomico marchigiano se Confesercenti Pesaro e Urbino non avesse avuto l’intuizione, 17 anni fa, di rilanciarla, rendendogli onore, con il Festival e Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce.“Quello del brodetto è un caso emblematico– spiegano Giorgio Bartolini e Pier Stefano Fiorelli, Direttore e Presidente Confesercenti Pesaro e Urbino -. Si è trasformato da ricetta gastronomica a strumento ambasciatore di un territorio capace di intercettare un nuovo segmento di consumatori: coloro che vivono le esperienze culinarie come occasioni di conoscenza dei luoghi, delle tradizioni e della cultura”.

Insieme a Confesercenti, in prima linea sin dalla prima edizione, anche il Comune di Fano perché, come hanno sottolineato il sindaco Massimo Seri e l’assessore al Turismo Etienn Lucarelli, “il Festival ha restituito alla memoria della città, rilanciandole, alcune delle tradizioni che, forse, sarebbero andate perse. È una manifestazione che negli anni, è cresciuta e oggi rappresenta uno degli eventi cittadini più importanti per la promozione del nostro territorio”.

Lo conferma anche Renato Claudio Minardi, vice presidente del Consiglio regionale delle Marche: “Se pensiamo che circa il 50% del turismo internazionale si muove scegliendo la propria meta per ragioni enogastronomiche, comprendiamo come questa manifestazione abbia un’importanza strategica per la Regione Marche. Se poi aggiungiamo che il turismo proveniente dagli Stati Uniti ha come unica meta gastronomica l’Italia, abbiamo chiare le strategie da mettere in campo essere competitivi”.

Presente all’appello anche la Camera di Commercio Marche che, come indicato dal consigliere Tommaso Di Sante, ha deciso di “appoggiare con sempre più convinzione quelle realtà territoriali che, come il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce”, hanno il coraggio di investire sull’unicità delle sue eccellenze enogastronomiche”.