FUORIBRODETTO: è un tripudio per Il Galeone

Menzioni speciali per altri 6 dei ristoranti che hanno aderito all’iniziativa promossa da Confesercenti Pesaro e Urbino 

 

Fano (PU, Marche) – I cultori del brodetto alla fanese si sono dati appuntamento ieri sera, al Ristorante “Il Galeone” di Fano per la serata di premiazione del FUORIBRODETTO, l’iniziativa promossa da Confesercenti Pesaro e Urbino. Una cena impeccabile e ricca di sapori della tradizione (abbinati a spunti innovativi) in cui, a farla da padrone, è stato il gusto inconfondibile del brodetto di pesce di Fano, interpretato dallo chef Marco Vegliò de Il Galeone, premiato come vincitore del MIGLIOR FUORIBRODETTO 2018 “per l’armonia che la ricetta ha saputo regalare a tutti gli ingredienti”.

A stabilirlo è stata la giuria tecnica composta dall’Accademia della Cucina Italiana guidata dal presidente Floro Bisello. I “tecnici” hanno degustato i piatti proposti dai 16 ristoranti che hanno aderito al FUORIBRODETTO durante l’appuntamento che si è svolto dal 14 settembre a fine ottobre.

Una vittoria meritata e conquistata al fotofinish per l’alto livello delle proposte: “Mai come quest’anno – ha detto Bisello – i brodetti hanno raggiunto un livello così elevato. C’erano almeno sei, sette zuppe che, fino all’ultimo, si sono contese il primo posto. Ne abbiamo dovuto scegliere uno ma ne premiamo sette, tutti eccellenti”. Alla fine, a risultare vincitrici, oltre al piatto di Vegliò, sono state altre “sei meravigliose interpretazioni della zuppa di pesce di Fano”. Ricette premiate con la “Prima pagina” de Il Resto del Carlino, partner dell’iniziativa.

Le menzioni speciali sono state assegnate a: Ristorante IDEA.le food & more di Fano (menzione “Brodetto musicale (Rossini soup)”; Ristorantino Da Santin Braceria di Fano (menzione “Brodetto della memoria”); Ristorante Bel Sit di Pesaro (“Brodetto gustoso”); Ristorante AlMare di Fano (menzione “Brodetto del futuro”); Ristorante Lo Scudiero di Pesaro (menzione “Brodetto elegante”); Osteria Dalla Peppa di Fano (menzione “Brodetto della tradizione”).

Al termine della cena, sono stati assegnati i premi anche ai lettori del quotidiano che hanno votato i ristoranti e presentato alla redazione del quotidiano il maggior numero di tagliandi del FUORIBRODETTO: Maria Grazia Ravaini, Mirella Marcelli, Anna Maria Bimbo, Veronica Bracceschi, Federica Peroni, Pamela Brocca, Maria Elena Campagna.

Riconoscimenti anche per Confesercenti Pesaro e Urbino, premiata dal Carlino per “aver contribuito in maniera significativa alla promozione del piatto simbolo della tradizione marinara” e per il progetto “Bianchello d’Autore” (rappresentato da Carla Fiorini, dell’omonima cantina) che, con i suoi vini, ha accompagnato l’edizione 2018 del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce.

“Siamo fieri – ha detto il presidente provinciale Pier Stefano Fiorelli – di continuare a credere e investire su questa manifestazione che, in 16 anni, è riuscita a trasformare un piatto povero della tradizione in simbolo gastronomico della città capace di richiamare visitatori da tutta Italia”.